Il violoncello di ‘Slava’… suona in paradiso…

rostropovich.jpg

Ci sono musicisti che segnano la storia. Per la musica che compongono, per la maestria con cui suonano, per le cose che fanno.
Mstislav Rostropovich, violoncellista e direttore d’orchestra morto all’età di 80 anni, era una di quelle personalità che illuminano la scena con la loro sola presenza. Anche se la scena è la Storia (quella con la S maiuscola).
E ‘Slava’ (questo il suo soprannome), era stato spesso protagonista della Storia.

Un episodio lo ha reso celebre in tutto il mondo, ben oltre la musica. L’11 novembre 1989 , suonò – lui, esiliato dall’Urss – davanti al muro di Berlino che crollava, celebrando la speranza di democrazia e la fine della guerra fredda. Ci sono musicisti che segnano la storia non solo per la musica che suonano, ma anche perché sanno dove devono andare (katamusic.it).

Una Risposta to “Il violoncello di ‘Slava’… suona in paradiso…”

  1. il violoncello è uno strumento fentastico!!!!!!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: