Gionny Leggenda

Nato nel 1978 a Springfield nell’Ohio, John Stephens, in arte John Legend, è uno dei più talentuosi e sensibili cantautori black apparsi sulla scena nel nuovo millennio. Il soprannome Legend è un’invenzione di un amico di Chicago. Un nickname un po’ pretenzioso e che attira l’attenzione – proprio quello che John desidera – e che finisce col diventare il suo nome da palcoscenico.
Nel 1998 arriva la svolta: John Legend viene scelto per accompagnare al piano nientemeno che Lauryn Hill in “Everything Is Everything”, una canzone che appare nel pluripremiato disco “The Miseducation Of Lauryn Hill”. La sua carriera cambia tuttavia quando incontra Kanye West, artista promettente che nel giro di un paio d’anni sarebbe diventato uno dei personaggi chiave della scena hip hop. Dal 2002 i due lavorano a stretto contatto e con collaborazioni importanti (Alicia Keys, Jay-Z, Black Eyed Peas) il suo sound si affina. Tra il 2003 e il 2004 realizza due CD: “Solo Sessions, Vol. 1: Live At The Knitting Factory” e “Live At SOB’s New York City”.
Sul finire del 2003 John Legend è pronto per preparare la grande prova: il disco solista. Prima però partecipa con le sue melodie a “The College Dropout” di West, uno dei dischi più importanti dell’anno. Dopo aver firmato per Columbia Records, pubblica “Get Lifted” (2004) dove appare anche l’amico West che mette la sua impronta su molte hit, tra cui “Used To Love You”, “Let’s Get Lifted” e “Ordinary People”. L’album di Legend fa subito il botto ovunque, racimolando milioni di copie vendute in tutto il mondo e una sfilza di premi importanti, tra cui 3 Grammy Awards.

Dopo la scorpacciata di successi, John comincia a lavorare al sequel, “Once Again” e il singolo “Save Room” precede l’uscita del disco.
Con questo album John recupera quel modo di proporre canzoni che in passato fu di artisti come Stevie Wonder. Il suono pulito, fluido… immediato ma non banale, dove la protagonista è la voce (la gioventù da cantante gospel fa la differenza) e la musica è ricamata sullo sfondo da una gran varietà di strumenti…
A tutti gli amanti dell’ Rn’B e Hip Hop classico che siamo abituati a sentire dico… lasciamo perdere… ma se volete un disco da mettere per far la figura di “quello di classe”… questo è quello che cercate…
E’ vero che Legend è un nome pesante… ma se continua così…

gionnynew.jpg

Ascolta Save room

Annunci

2 Risposte to “Gionny Leggenda”

  1. Oh, ma Thomas, è mezz’ora che giro per sto sito e non capiscio proprio!!! Le donne nude dove sono???
    Qui ci sono solo foto di uomini! Sarai mica diventato un po’ Aldo anche tu???
    E non iniziare anche tu con quella storia che internet serve anche ad altro che tanto non ci crede nessuno!

  2. Il voce e piano di Ordinary people, dal vecchio album Get Lifted, è magnifico.

    Un grande artista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: